Il termine “liquidazione” viene spesso usato per segnare la fine della vita di un’azienda.

Viene, tuttavia, molto spesso frainteso.

Esistono due nozioni molto distinte che sono :

la dissoluzione e la liquidazione.

Le cause della dissoluzione o della liquidazione possono essere finanziarie o sorgere da un disaccordo tra i partners dell’azienda.

In ogni caso, i partners o le persone che prendono le decisioni nell’azienda sono quelli che dichiarano la chiusura in via stragiudiziale o anticipata della società.

Il termine “liquidazione” è oggi volgarizzato o abusato.

In effetti, questa è una situazione particolarmente delicata per gli imprenditori le cui sottigliezze legate alle procedure sono numerose e richiedono la consulenza di un esperto.

In genere, la liquidazione avviene in due fasi.

La prima fase é quella detta di “dissoluzione”, che è la più frequente.

La secondo fase, detta di “liquidazione” indica la chiusura delle attività dell’azienda.

Infine, è necessario studiare il caso particolare della “bancarotta”, che avviene quando l’azienda non e più in grado di generare certi risultati economici e di far fronte alle proprie obbligazioni.

La dissoluzione, un prerequisito della Liquidazione

Lo scioglimento è la procedura di liquidazione di una società.

In pratica, questa è la decisione di interrompere l’attività di produzione della società.

Generalmente è presa dai partners che si riuniscono in assemblea generale, o in assemblea straordinaria.

Può anche essere eccezionalmente decisa dal giudice del Tribunale, quando lo lo stato di cessazione dei pagamanenti o lo stato di paralisi dell’azienda sia dovuto a un disaccordo tra i partners. In questo caso è quasi obbligatorio fare appello a un Avvocato specializzato, come ad esempio lo Studio Sliec Avocats.

Identificare gli interessi e le ragioni della dissoluzione é necessario per arrestare la produzione di un azienda.

Effetti della forma sociale della società sulla procedura di dissoluzione

I.) Impatto delle strutture aziendali sulla procedura di scioglimento, e di chiusura di un’azienda

Le regole della maggioranza per decidere di una dissoluzione variano a seconda della forma giuridica della Società.

Pertanto, la maggioranza del voto degli azionisti richiesto per una SAS non è la stessa richiesta per lo scioglimento di un’altro tipo di Società.

Mettersi in contatto con un Avvocato specializzato é, quindi, obbligatorio per liquidare la propria società, come ad esempio, lo Studio Sliec Avocats.

II.) Interessi e obblighi relativi alla fase di dissoluzione

Mantenimento della necessaria struttura legale in caso di cessazione dell’attività.

Per liquidare una società, certe obbligazioni devono essere rispettate.

La prima é la nomina di un liquidatore che, entro a un mese, deve procedere alle formalità di scioglimento.

E’ interessante notare che non è obbligatorio che quest’ultimo sia una terza parte.

In pratica, questo liquidatore è generalmente il manager che spesso é il migliore in grado di segnalare lo scioglimento della società all’Ufficio delle imposte.

Dovrà anche pubblicare la propria nomina come Liquidatore in un Annuncio Legale di un Giornale ed, infine, presentare le prove dello scioglimento al Corporate Forms Center (CFE).

III.) In Francia, il caso speciale di Fallimento, detto “dépot de Bilan”

Il deposito di una Istanza di Fallimento è la situazione in cui la società in questione non riesce più a far fronte alle proprie obbligazioni e a saldare tutti i propri debiti.

In Francia, il periodo massimo per depositare una dichiarazione obbligatoria di fallimento presso la cancelleria del Tribunale competente (Tribunale commerciale per un’attività commerciale o artigianale o T.G.I. in altre situazioni) è di 45 giorni.

Se si è in uno stato di cessazione dei pagamenti e non si presenta Istanza di fallimento, si corre il rischio di essere sanzionati, in particolare da un divieto di gestione.

A seguito della dichiarazione di fallimento, il giudice pronuncia la Liquidazione giudiziaria, quando ritiene che la società non possa migliorare e che una procedura di salvaguardia o di recupero sia inutile.

Dopo la dichiarazione della liquidazione, viene nominato un Liquidatore Giudiziale che gestisce la fase di liquidazione come spiegato sopra.

Avete capito: la liquidazione-dissoluzione di un’azienda è una situazione delicata in cui esistono molte sottigliezze.

Solo un avvocato specializzato in Diritto Societario e Commerciale può abilmente consigliarVi e avviare una procedura di liquidazione-scioglimento adeguata alla forma giuridica della Vostra azienda, come ad esempio, lo Studio Sliec Avocats specializzato nel seguire in Francia non solo la Liquidazione, ma anche le procedure concorsuali quali ad esempio Fallimento e/o Liquidazione Giudiziaria, Amministrazione Controllata e Concordato preventivo e a redigere e depositare nel vostro interesse Istanza di Fallimento e Istanza di Insinuazione al Passivo del Fallimento, ivi compreso Istanza di Insinuazione tardiva.